poliantea casuale

che il suo cuore apra
le porte
primo esile spiraglio
alla pioggia
dei sorrisi e delle mani

che i refoli di paura
sfuggano dalle finestre
da cui è entrato
tiepida luce
un nuovo dolce sogno

che il fiato sia lavato
dal sapore delle nuove
(buone nuove)
e che possa
questa pietra
riscaldarsi con amori

.
tutto il poemetto è qui «

Annunci

Tag:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: