poliantea casuale

l’olio
e la cipolla a fettine sottili
il suono brillante del telefono
le pagine nuove del libro di adesso
movimenti obbligati
è l’attesa

e colma è l’attesa
di colori di nero di caldo di freddo
e infinita è l’attesa

attendere all’attesa
obbligatorio attendere

attendo all’attesa
attenta ai sapori ai colori
ne godo perché sto attendendo

attendo
di essere rosolata
quanto basta per poter buttare
il mio cuore
nello sfrigolante olio
del suo esistere

.
tutto il poemetto è qui «

Annunci

Tag:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: