poemetto a ritroso

Inevitabilmente
presa
a pieni polmoni
l’aria calda del ritorno
bevuta
all’ultima goccia la linfa
dell’incontro
ora preme contro
la pelle come fosse un palloncino

Non lasciarlo volare
via
non farlo scoppiare
espira
lentamente di penna
o di parole
quella nostalgia che tende
a tamburo

E’ fosforo
ogni goccia di oggi
a che serve cambiare
aria

Annunci

Tag:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: